Fatalii

Fatalii

formato piantina1 piantina/e, in Vaso Ø 14 cm

disponibilitaTrapiantabile dal 01/04 al 15/07

Dispo: ottima
Acquista quanto vuoi, la spedizione costa sempre 8 Euro!

Prezzo 5.35 iva inclusa

Quantità Vaso Ø 14 cm

scala piccantezza: 3/5

Il Fatalii yellow è una varietà di peperoncino della specie Capsicum chinense appartenente al tipo degli Habanero. È caratterizzato, perciò, da un notevole livello di piccantezza. Pensa che raggiunge picchi di 400.000 SHU (Scala di Scoville) e rientra nei valori medi degli Habanero ma fa comunque di questo peperoncino uno dei più piccanti al mondo. Anticamente originario dei Caraibi si è sviluppato e ulteriormente selezionato nell’Africa centrale.
La pianta cresce raggiungendo facilmente 1.80 metri di altezza, matura tardivamente (120 giorni circa) con frutti che dal colore verde a maturazione avvenuta diventano gialli, ha un profumo intenso che ricorda gli agrumi e la frutta esotica. Data la sua elevata piccantezza se ne consiglia un uso moderato; manipolare i frutti con guanti in lattice.
Scopri con noi come si coltiva in vaso o in giardino e come prendertene cura.
 

Fatalii: come si coltiva nell’orto

Una volta acquistate le tue piantine di peperoncino Fatalii yellow è arrivato il momento del trapianto. Mantieni una distanza di 40/50 centimetri tra l’una e l’altra e interrale per circa 5 centimetri. In questa fase iniziale mantieni il terriccio sempre umido. É fondamentale che la temperatura si attesti sempre al di sopra dei 15 gradi centigradi, quella ottimale di crescita è intorno ai 30.
Puoi aiutare la crescita della pianta con un concime liquido poco azotato ad alto contenuto di potassio.

Il peperoncino Fatalii soffre molto facilmente la mancanza d’acqua. Per questo è importante annaffiarlo regolarmente ogni 3/4 giorni, per evitare il blocco della crescita e la caduta di fiori e frutti. Non annaffiarlo troppo però perché la formazione di ristagni d’acqua potrebbe danneggiarlo irrimediabilmente.
Una volta raggiunta la maturazione, verso la fine dei mesi caldi, il Fatalii raccolto può essere consumato fresco oppure fatto disidratare intero a basse temperature raggiungendo così una piccantezza ancora più intensa.
Un'interessante alternativa può anche essere la conservazione sott'olio oltreché il suo impiego per la produzione di olii piccanti, ottenuti grazie alla sua macerazione in Olio Extra Vergine d'oliva.
 

Fatalii: come si coltiva in vaso

Coltivare il peperoncino Fatalii in vaso non è troppo difficile, basta seguire alcune semplici indicazioni. Se hai trapiantato il Fatalii in un vaso troppo piccolo niente paura, quando le piantine sviluppano le prime foglie, possono essere trapiantate in vasi più grossi e il problema sarà risolto.
Le indicazioni per la coltivazione del Fatalii in vaso rimangono le stesse di quelle in giardino. La temperatura non deve mai scendere sotto i 15 gradi centigradi e ogni abbassamento rispetto alle temperature ideali non farà altro che rallentarne lo sviluppo.
Innaffia frequentemente poiché gli Habanero hanno bisogno di molta acqua ma senza creare ristagni.
Ricorda che il frutto del Fatalii quando è acerbo ha il caratteristico colore verde mentre diventa giallo a piena maturazione. Impiega circa 3 o 4 mesi a maturare completamente. Ha la forma dei classici peperoncini, cioè lungo e stretto ma con la buccia ruvida. Il diametro è di circa 2 centimetri e mezzo mentre arriva a misurare anche 9 centimetri in lunghezza.
 

Fatalii: malatti e cure

Uno dei problemi principali delle Fatalii è l’afide. Per liberartene potrai usare rimedi naturali a base di aglio, cipolla o peperoncino. Volendo, per risolvere il problema degli afidi o almeno provarci, puoi provare a frantumare dei gusci d’uovo e metterli sul fondo del vaso.
 

Fatalii: come si essicca e gli usi in cucina

Quando il peperoncino Fatalii ha raggiunto la piena maturazione assume un bel colore giallo. A questo punto potrai tranquillamente raccoglierlo e consumarlo fresco. Se vuoi conservarlo puoi lasciarlo disidratare intero così mantiene inalterata la sua grande piccantezza. La miglior pratica è quella di lasciarlo essiccare al sole, appoggiato sopra della carta assorbente ma se il tempo non te lo permette puoi ricorrere all’essiccazione nel forno.

Puoi usare il Fatalii in cucina per arricchire diverse pietanze. Per esempio è perfetto per accompagnare il pesce, ma va bene anche su vari tipi di carne come il pollo e il manzo. L’abbinamento ideale è quello con la cacciagione e le carni brasate. Si sposa molto bene anche con le verdure cotte in padella. Ricorda però di usarlo con parsimonia visto che è davvero molto piccante.
In alternativa puoi sfruttuare il Fatalii per realizzare degli ottimi oli piccanti lasciandolo macerare nell’olio extravergine di oliva.
Oltre che buonissimo per condire, è anche un eccellente alleato della salute, rende più potenti le vostre difese immunitarie.


Caratteristiche tecniche Fatalii

Anticamente originario dei Caraibi si è sviluppato e ulteriormente selezionato nel centr’Africa, paese dal quale si è diffuso. La pianta cresce imponente raggiungendo facilmente 1.80 metri di altezza, matura tardivamente (120 giorni circa) con frutti che dal colore verde a maturazione avvenuta diventano gialli, ha un profumo intenso che ricorda gli agrumi e la frutta esotica. Data la sua elevata piccantezza se ne consiglia un uso moderato; manipolare i frutti con guanti in lattice.

Scegli la quantità

paga con carta paga con carta paga con carta paga con paypal paga con carta paga con contrassegno paga con bonifico bancario paga con my bank