Cosa fare e trapiantare nell'orto a novembre: ecco la nostra guida

del 02/11/2021

Cosa fare e trapiantare nell'orto a novembre? L'inverno ormai è alle porte e quindi è giunto il momento di prepararsi a dare le cure adeguate al nostro orto. Novembre infatti è proprio un mese di transizione, un periodo nel quale le escursioni termiche cominciano ad essere ben accentuate e quindi, pericolose per la salute dell'orto.

Per quanto riguarda invece i trapianti di novembre, dobbiamo dire che sono scarsi proprio in virtù delle temperature in discesa. Possiamo però dire che, con le giuste premure, è possibile trapiantare ancora qualche pianta.

Vediamo quindi cosa fare e trapiantare nell'orto a novembre.
 

Cosa fare nell'orto a novembre: preparazione del terreno

Nel mese di novembre è di fondamentale importanza la preparazione del terreno. Ma prepararlo per cosa esattamente vi chiederete? La risposta è molto semplice: per le nuove coltivazioni perché quelle tipicamente invernali hanno necessità, non a caso, di un tipo di concimazione specifico.

Innanzitutto va ripulito il terreno dai residui vegetali delle colture precedenti, meglio se ricorrete ad un rastrello che permetta di arare il terreno in profondità. Solo fatto ciò potrete concimare ed, eventualmente, pacciamare.
 

Cosa fare nell'orto a novembre: manutenzione dell'orto

Nel mese di novembre molte piante dell'orto necessitano di manutenzione, prime fra tutte quelle aromatiche. Queste infatti devono essere tassativamente messe al riparo dal freddo.

Come farlo? Vi basterà aggiungere della terra liscia e omogenea, priva cioè di ciottoli, ai piedi della pianta completando poi con della pacciamatura a base di paglia, foglie oppure fieno. Se siete in possesso di una serra, tanto meglio perché vi basterà ricollocare le piante aromatiche al suo interno.

Per quanto riguarda invece gli alberi da frutto è importantissimo somministrare dei trattamenti antiparassitari, in particolar modo se possedete un pero, un nocciolo, un melo o un olivo. Limitate le potature invece a quelle strettamente necessarie perché questo non sarebbe proprio il periodo adatto per dedicarsi a questa attività.
 

Cosa fare nell'orto a novembre: attenzione alle irrigazioni

Essendo novembre un mese generalmente piovoso è necessario prestare la giusta attenzione alle irrigazioni in modo da evitare ristagni e conseguenti marciumi radicali oppure, se le temperature dovessero essere molto basse, che questa acqua ghiacci.

Ricordate solo queste linee guida: le piantine giovani devono essere irrigate spesso nei giorni successivi al trapianto e per il periodo seguente (4/5 volte a settimana), mentre per le piante già sviluppate basterà irrigare poche volte ma con abbondante acqua. Le quantità e la frequenza di irrigazione, specie in questo periodo, devono essere però calibrate in base alle precipitazioni!
 

Cosa fare nell'orto a novembre: i raccolti del mese

Nell'orto di novembre si possono ancora raccogliere lattuga, cavoli e radicchio. Questo è anche il periodo di raccolta dello zafferano e di alcuni "residui" dell'orto estivo che, se il clima lo permette chiaramente, possono essere ancora raccolti come, ad esempio, cipolle, aglio, patate e scalogno.

Potrete infine raccogliere anche diverse piante aromatiche quali il rosmarino, la menta, la salvia o il prezzemolo. Gli alberi da frutto che invece fruttificano in questo periodo sono il melograno, il caco, il kiwi, il pero e il melo. Nell'Italia del Sud invece si possono addirittura raccogliere i primi agrumi.
 

Cosa trapiantare nell'orto a novembre?

Cosa trapiantare nell'orto a novembre? Come già anticipato in precedenza le varietà non sono molte e, soprattutto, è necessario fornire loro la giusta protezione dal freddo. Con il freddo invernale in arrivo nell'orto si possono però trapiantare ancora alcune varietà di ortaggi.

Parliamo ad esempio di alcune verdure da taglio quali la rucola o la catalogna, oppure il radicchio, i porri e le cipolle. A novembre però si possono trapiantare anche numerose piante aromatiche, quali il rosmarino, la salvia, l'erba cipollina o il timo.

Relativamente invece agli alberi da frutto, nel mese di novembre si possono trapiantare alcuni tipi di ciliegio, di melo, di pero e di albicocco, ma anche il melograno, il nespolo, il nocciolo e il noce, senza dimenticare però che è possibile trapiantare anche alcuni frutti di bosco quali i lamponi, i ribes, l'uva spina e il mirtillo.

Tenete infine presente che il momento ideale per il trapianto nell'orto a novembre dipende dalla zona in cui si risiede: le temperature e l'esposizione solare sono infatti gli elementi che condizionano la buona riuscita del futuro raccolto.
 

Cosa trapiantare nell'orto a novembre: protezione è la parola chiave

Come già detto in precedenza è fondamentale proteggere le piantine dalle prime gelate utilizzando una serra fredda oppure, per chi non ne fosse in possesso, delle coperture di tessuto non tessuto.

Un'altra tecnica molto valida, che ci sentiamo di consigliarti, è quella della copertura a tunnel con un telo trasparente, sicuramente molto funzionale e più facile da allestire.

Consigli pratici: all'interno del tunnel bagna poco il terreno e aprilo solo nelle ore più calde della giornata quando il sole splende, favorendo così il ricircolo di aria evitando inoltre la formazione della condensa.

Ecco qui i nostri consigli su cosa fare e trapiantare nell'orto a novembre per avere un orto sano e rigoglioso anche durante l'inverno, in attesa della più propizia primavera.

ritorna alla lista delle news
paga con carta paga con carta paga con carta paga con paypal paga con carta paga con contrassegno paga con bonifico bancario paga con my bank