Rucola

Rucola

formato piantina9 piantina/e, in Vaschetta

disponibilitaTrapiantabile dal 01/03 al 31/10

Dispo: ottima | Consegna: 2-4 giorni lavorativi tramite corriere
Acquista quanto vuoi, la spedizione costa sempre 8 Euro!

Prezzo 3.26 iva inclusa

Quantità Vaschetta

Tra le piante erbacee, appartenenti alla famiglia delle Brassicaceae, un posto di tutto rispetto lo merita sicuramente la rucola. Detta anche ruchetta o rughetta, in Italia viene usata spesso in abbinamento ad altre insalate o da sola, dentro la famosa piadina romagnola, ma non mancano anche ottimi piatti di pasta con la rucola o a base di pesto di rucola. Buona da mangiare la rucola non deve assolutamente mancare in un orto che si rispetta, sia che tu decida di coltivarla a terra o in vaso. La rucola è originaria dell'area del bacino del Mediterraneo e dell'Asia centro-occidentale ma oggi è coltivata anche in altre parti del mondo. Scopri assieme a noi come fare per avere un’ottima rucola, quali sono le sue proprietà benefiche, come contrastare le malattie e quali sono i suoi numerosi usi.

 

Rucola come si coltiva nell orto

La rucola è un tipo di pianta che si adatta molto facilmente al clima che trova e per questo non ci sono troppe difficoltà nel coltivarla in orto. Come molte altre colture dell’orto teme il ristagno idrico, che ne favorisce l’ammalarsi e la siccità. Le gelate possono danneggiarla ma resiste bene al freddo, sopportando temperature fino a 5 gradi. Per coltivare rucola va bene qualsiasi tipo di terreno, con preferenza per un suolo che sia drenante ma ricco di sostanza organica, poco tendente a seccarsi con il caldo. Il periodo ideale per il trapianto, una volta preparate le buche, non troppo profonde, è la primavera o in alternativa tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno.

La rucola necessita di alcune ore al giorno di irradiamento solare e come già detto si adatta a condizioni diverse ma teme i freddi intensi e le gelate. Per questo motivo i climi temperato-caldi sono quelli che consentono le migliori produzioni. La rucola non necessita di molta acqua si può innaffiare anche una volta a settimana in base al clima e al tipo di terreno su cui cresce. In località dove piove periodicamente non necessita ulteriore apporto di acqua poiché vanno assolutamente evitati i ristagni.

La raccolta è molto semplice, basta tagliare le foglie alla base della terra con una forbice quando sono alte 10 cm. La pianta dopo esser stata tagliata produce nuove foglie. Si riescono a fare anche sette tagli nello stesso ciclo colturale.
L’unica importante accortezza che richiede la rucola in orto sono le sarchiature, da fare in maniera periodica per evitare che le piante infestanti la danneggino e facendo così contemporaneamente arieggiare il terreno.

 

Rucola, come si coltiva in vaso

Essendo una pianta poco esigente la rucola si adatta benissimo anche alla coltivazione in vaso, non ha particolari richieste in termini di terriccio e può stare anche in un vaso medio piccolo. Per ottenere buoni risultati ti consigliamo però di non mettere troppe piantine in un unico vaso, meglio lasciare degli spazi che permettano di irrigare la piantina senza andare a bagnare le foglie con l’acqua d’irrigazione. Inoltre, questo permetterà un comodo ricircolo d’aria tra le foglie. Per il resto, valgono i consigli della coltivazione in orto: occhio alle gelate, sarchiature per evitare piante infestanti e raccolta quando le foglie sono lunghe almeno dieci centimetri.

 

Rucola, malattie e rimedi

La rucola, come ampiamente già detto è una pianta piuttosto resistente. Teme però particolarmente alcuni coleotteri che si nutrono delle sue foglie. Se dovessero fare la loro comparsa potresti combatterli utilizzando insetticidi a base di piretrine o piretroidi, rispettando poi sempre i tempi di carenza prima di cogliere nuovamente le foglie. Occhio in generale anche alle malattie fungine che vanno trattate con gli appositi prodotti.

 

Rucola, le sue grandi proprietà benefiche

La storia della rucola è antica, pensa che nasce come pianta diffusissima e conosciuta per essere un toccasana, tanto da essere praticamente venerata dagli antichi Romani, che la consideravano protettiva dello stomaco e un ottimo diuretico. Tuttavia, la proprietà della rucola più nota e apprezzata nell'antichità era quella afrodisiaca, infatti era la pianta dedicata a Priapo, dio mitologico simbolo di fertilità e virilità. Passiamo ad elencare i suoi principali effetti benefici: protegge lo stomaco e favorisce la digestione: servita come antipasto, aiuta a stimolare l'appetito. L'azione protettiva della vitamina A rende la rucola un toccasana in caso di ulcera e gastrite. Inoltre, grazie alle sue proprietà carminative, evita la formazione di gas nell'intestino. È un ottimo antitumorale grazie al contenuto di betacarotene in suo possesso.

Antitumorale: tra le proprietà terapeutiche la rucola svolge una funzione antitumorale: il beta carotene contenuto nella rucola aiuta a prevenire i tumori di vescica, prostata, stomaco e colon in quanto combatte gli agenti cancerogeni. Anche la presenza di sulforafano è importante in quanto inibisce lo sviluppo di cellule cancerogene. Inoltre, la rucola contiene glucosinolati, sostanze che aiutano l'organismo a difendersi dall'attacco di virus e batteri.

Se tutto questo non basta allora sappi che la rucola è anche drenante e depurativa: le sue proprietà aiutano a eliminare le tossine e i liquidi in eccesso purificando soprattutto un organo importante come il fegato.
Infine, combatte l'insonnia e protegge la pelle: la rucola, assunta come infuso, ha proprietà rilassanti che favoriscono il riposo aiutando a combattere l'insonnia. La vitamina A, invece, aiuta a proteggere la pelle e grazie al potere antiossidante della vitamina C, combatte l'invecchiamento precoce, contrastando gli effetti dannosi dei radicali liberi.


Caratteristiche tecniche Rucola

trapianto: da febbraio ad agosto
sesti d'impianto: 10 cm sulla fila, 15 cm tra le file
posizione: in pieno sole o leggermente ombreggiata
altezza della pianta: 10-15 cm
raccolta: da aprile a novembre e generalmente 20 giorni dopo il trapianto
curiosità: la rucola si coltiva molto facilmente nell’orto essendo molto adattabile alle diverse condizioni pedo climatiche. La raccolta è prolungata nel tempo ed abbondante perchè dopo il primo taglio rivegeta molto rapidamente.

Scegli la quantità

paga con carta paga con carta paga con carta paga con paypal paga con carta paga con contrassegno paga con bonifico bancario paga con my bank