Noce

Noce

formato piantina1 piantina/e, in Vaso Ø 22 cm

disponibilitaTrapiantabile dal 01/10 al 30/04

Dispo: ultimi pezzi
Acquista quanto vuoi, la spedizione costa sempre 8 Euro!

Prezzo 19.50 iva inclusa

Quantità Vaso Ø 22 cm

Dove nascono le noci? La domanda può sembrare banale e anche un tantino sciocca, eppure sono in tanti quelli che non conoscono le origini della pianta da cui nasce la noce da frutto. Impariamo a coltivare il noce albero, a prendercene cura con la potatura e ad evitare le malattie e quali sono i grandi benefici di questa frutta secca che piace ad un sacco di persone.


Noce: come si coltiva il noce da frutto in giardino

il noce è una pianta originaria delle pendici dell’Himalaya. Si tratta di un albero vigoroso, con un tronco solido, alto, diritto e dal portamento maestoso. Presenta una radice robusta e fittonante.

È una pianta sensibile ai ristagni idrici, mentre resiste bene in terreni ad elevata concentrazione di calcare.
Teme molto gli sbalzi termici repentini, da caldo a freddo. Predilige per questo la media collina con esposizione a sud ovest, protetta quindi dai venti.
I frutti si raccolgono ad inizio autunno.

Il noce è quindi una pianta da frutto con l’aspetto di albero maestoso che può superare i 20 metri di altezza. Lo si può coltivare come metodo per abbellire il proprio giardino, ma anche per avere noci di qualità.

Il noce è un albero che si adatta anche a latitudini superiori ai 1.000 metri. Odia però le gelate primaverili che possono danneggiarne la fruttificazione. E non apprezza nemmeno la siccità che magari non danneggerà la pianta ma i frutti sì.

La messa a dimora di un noce è un momento importante, e condiziona la futura crescita della pianta. Bisogna preparare una buca larga almeno 70/80 cm e profonda altrettanto.
Agli strati superficiali bisogna aggiungere letame o compost ben maturi, e anche un po’ di concime organico.
Il momento adatto per l’impianto è il periodo invernale, ad eccezione dei momenti in cui il suolo è gelato.

Per quanto riguarda l’irrigazione le piante giovani traggono molto beneficio, soprattutto nei periodi di siccità prolungata. Anche dopo questa fase è importante che l’acqua non manchi nel periodo di aprile-maggio, perché è necessaria alla produzione di noci di calibro buono.

La coltivazione in vaso si può fare, ma è sconsigliata. Nel tempo occorre procedere a numerosi rinvasi per seguire la crescita costante della pianta.
Molto importante è la potatura del noce, da fare sia per mantenere la forma e la dimensione della pianta che per stimolare ed equilibrare la produzione.


Noce: parassiti a malattie

Le piante di noce possono essere colpite da delle avversità di natura batterica, come il mal secco, che colpisce gli organi aerei, e il cancro batterico, che causa profonde fessurazioni sul tronco con il distacco della corteccia. Le prevenzioni migliori sono: non impiantare noci dove già ce ne erano appena stati, assicurare un buon drenaggio al terreno.
Per quanto riguarda gli insetti, fate attenzioni ad afidi, rodilegno, cydia e cocciniglie.


Noce: come avviene la raccolta del frutto

La maturazione delle noci avviene tra settembre ed ottobre. Noterai che il mallo inizia a fendersi e via via ad aprirsi, ma in realtà il gheriglio, che è quello che noi mangiamo, è pronto anche prima di questo momento.

La raccolta manuale deve essere fatta scuotendo le branche con pertiche, per far cadere i frutti, e in certi casi richiede anche di arrampicarsi sopra o di usare le scale, situazioni potenzialmente pericolose, per cui bisogna adottare tutte le misure di sicurezza.
La qualità delle noci dipende molto dalla tempestività di raccolta, soprattutto nelle annate piovose.


Noce: sono tanti i benefici per la salute

Perché dovremmo aggiungere una manciata di noci alla nostra dieta quotidiana? Le noci sono un alimento ricco di proprietà nutritive e di benefici per la salute. Possiamo contare sulle noci come fonti di proteine vegetali, di omega 3 e di energia.

Le noci sono molto semplici da utilizzare in cucina e da inserire nella nostra alimentazione perché si sposano bene sia con le ricette salate sia con la preparazione dei dolci. Infatti, molte ricette tradizionali sia dolci che salate contengono le noci tra i propri ingredienti.
Il modo più semplice per mangiare le noci spesso è aggiungerle alle insalate o al muesli della colazione.

Le noci e la frutta secca in generale aiutano a combattere i chili di troppo se sono inserite in una dieta bilanciata ricca di frutta e verdura, cereali integrali e legumi. Il consumo di noci e frutta secca aiuta a tenere a bada alcuni fattori legati all’aumento di peso: obesità addominale, pressione alta, elevata glicemia a digiuno e bassi livelli di lipoproteine ad alta densità di colesterolo.


Caratteristiche tecniche Noce

Le piante devono essere trapiantate a poca profondità, occorrono lo 15cm di terra sopra la radice.
Occorre potarlo due volte l’anno: quando i germogli sono a 20 cm, il secondo in luglio sempre per favorire la germinazione centrale. Nel secondo anno si ripete l’operazione fino a che la pianta non è alta circa 2.5mt.
Poi è una pianta che si autocontrolla, quindi non occorre molto oltre ad una potatura superficiale e di rifinitura.

Scegli la quantità

paga con carta paga con carta paga con carta paga con paypal paga con carta paga con contrassegno paga con bonifico bancario paga con my bank