Catalogna

Catalogna

formato piantina9 piantina/e, in Vaschetta

disponibilitaTrapiantabile dal 01/02 al 15/09

Dispo: ottima | Consegna: 2-4 giorni lavorativi tramite corriere
Acquista quanto vuoi, la spedizione costa sempre 8 Euro!

Prezzo 3.26 iva inclusa

Quantità Vaschetta

La catalogna, conosciuta anche come “cicoria asparago”, è una varietà di cicoria che appartiene alla famiglia delle Asteracee. Si tratta di un tipo di cicoria da cespo che si consuma generalmente cotta, a parte la varietà puntarelle che si mangia invece anche cruda in insalata, consumando i germogli teneri.
É un’insalata abbastanza semplice da coltivare sia in giardino che in vaso, resiste senza problemi alle basse temperature e si raccoglie appena prima delle gelate invernali.
La catalogna è apprezzata per la sua forma particolare che vede al centro di una serie di foglie verdi dalla forma irregolare dei grandi germogli che ricordano un po’ gli asparagi e che vengono chiamati puntarelle. Ora ti insegneremo come coltivarla e come fare a prendertene cura per avere meravigliosi raccolti.


Catalogna, come si coltiva nell’orto

Prima di tutto devi sapere che la catalogna è una specie che cresce bene in tutti i tipi di terreno purché si evitino ristagni d’acqua.
Il momento migliore per eseguire il trapianto delle nostre piantine all’interno dell’orto è da metà luglio in poi. La catalogna va sistemata su file distanziate tra loro di circa 35 cm. Su ogni fila va trapiantata invece una plantula ogni 25 cm.
Segui l’orto con irrigazioni frequenti e ben dosate e provvedete ad asportare a mano le erbacce che crescono attorno alla catalogna, specie nelle prime settimane successive al trapianto.

Il clima preferito dalla cicoria è quello mediterraneo, mediamente soleggiato, con temperature non eccessivamente calde né eccessivamente fredde. L’esposizione è normalmente alla luce diretta del sole, tranne per le varietà sottoposte a imbiancamento.

Lo sviluppo della catalogna si protrae fino a settembre, quando potrai cominciare con i primi raccolti: asporta all’occorrenza le foglie che ti servono per permettere alle piante di crescere altra vegetazione oppure togli completamente i cespi dal suolo aiutandoti con una forca.


Catalogna, come si coltiva in vaso

La cicoria catalogna può essere coltivata senza problemi anche in vaso, anche se le dimensioni di quest’ultimo varieranno a seconda della quantità di raccolto che vorrai ottenere.

La predisposizione del vaso è molto importante: sul fondo andrà inserito un letto di ghiaia e cocci per favorire il deflusso dell’acqua, quindi si riempie il tutto con un terriccio morbido e soffice, possibilmente concimato con compost.

La messa a dimora delle piantine nel vaso avviene per file, distanziate di una quarantina di centimetri, con le singole piante separate di 15-20 centimetri ciascuna. Come puoi osservare quindi avrai bisogno di un vaso di dimensioni importanti se vorrai collocarci più di una piantina.

La raccolta avviene quando le foglie avranno raggiunto una grandezza sufficiente. Effettuerai il taglio, prestando attenzione a non estirparne la base, per assicurarne un raccolto successivo. Se le condizioni climatiche lo permettono, la cicoria catalogna sarà disponibile fresca fino a metà ottobre.


Catalogna, le proprietà nutrizionali e i benefici per la salute

La catalogna viene tradizionalmente usata nella medicina ayurvedica per il trattamento degli stati infiammatori. Questo sembra sia dovuto soprattutto all’attività dei suoi composti antiossidanti che contrasta quella dei radicali liberi. Ma questa è solo una delle sue numerose doti.
La catalogna ha soprattutto proprietà diuretiche e blandamente lassative e, grazie alla buona presenza di minerali, è considerata un alimento mineralizzante. Per beneficiare di queste proprietà però va mangiata cruda in quanto il calore della cottura deteriora alcune delle sue proprietà organolettiche.

Il suo alto contenuto di potassio ed il basso contenuto di sodio, insieme al calcio ed al magnesio, accentuano le proprietà diuretiche della catalogna. Queste si rivelano utili per chi vuole eliminare qualche chilo in eccesso. Inoltre, grazie ai suoi fenoli vegetali, riduce il colesterolo ed ha proprietà antitrombotiche ed antiaritmiche che portano benefici alla circolazione sanguigna e riducono la possibilità di sviluppare malattie cardiovascolari. Infine, sappi che il cibo amaro aiuta l’organismo ad assimilare meglio le vitamine liposolubili (vitamine A, E D, K) dando una sensazione di sazietà e di vigore.


Catalogna, ecco qualche ricetta su come mangiarla

La catalogna è una verdura che di norma si consuma cotta, da sola o accompagnata da altre erbette. Il modo più semplice per prepararla è lessarla per ammorbidire le fibre e insaporirla passandola in padella con aglio, olio, sale e pepe.
Il suo sapore amarognolo è perfetto quando si prepara la verdure cotta: sbollentate catalogna, bietole da coste, radicchio verde e, perché no, degli asparagi selvatici per un mix di erbette buonissimo, un ottimo accompagnamento a piatti di carne.
Nel passato era molto comune preparare un piatto composto con catalogna e fagioli lessi conditi con olio, sale e pepe: una ricetta semplice ma di certo gustosa e nutriente.


Caratteristiche tecniche Catalogna

trapianto: da febbraio ad agosto

sesti d'impianto: 30-35 cm sulla fila, 40-50 cm tra le fila     

posizione: in pieno sole

altezza della pianta: 40 cm

raccolta: da maggio a novembre e generalmente dopo 60-65 giorni dal trapianto

curiosità: varietà particolarmente resistente alla salita a seme che si adatta ad essere coltivata durante tutto l’anno                                             mantenendo costanti le sue caratteristiche di produttività e uniformità.

Scegli la quantità

paga con carta paga con carta paga con carta paga con paypal paga con carta paga con contrassegno paga con bonifico bancario paga con my bank