Cipolla rossa

Cipolla rossa

formato piantina9 piantina/e, in Vaschetta

disponibilitaTrapiantabile dal 15/01 al 31/08

Dispo: ottima | Consegna: 2-4 giorni lavorativi tramite corriere
Acquista quanto vuoi, la spedizione costa sempre 8 Euro!

Prezzo 3.73 iva inclusa

Quantità Vaschetta

Considerata un ingrediente spesso indispensabile in cucina, la cipolla è in realtà una specie le cui lontane origini sono asiatiche, ma da lungo tempo viene coltivata in tutto il Mediterraneo, ed è presente praticamente nelle cucine locali di mezzo mondo, dal Messico alla Norvegia.

Qui oggi ti presenteremo la varietà della cipolla rossa, Allium cepa, una pianta erbacea bulbosa biennale che appartiene alla famiglia delle Liliaceae. Il bulbo commestibile cresce e si sviluppa sottoterra. La parte in superficie invece è formata da un lungo stelo che forma poi un’infiorescenza di color bianco.

Scopri assieme a noi come si coltiva quest’ortaggio che non deve mai mancare in un orto che si rispetti
 

Cipolla rossa: come si coltiva nell’orto

Fondamentali in cucina e un vero e proprio toccasana per la salute. Due ragioni che ne fanno una delle colture più antiche a memoria d’uomo. La coltivazione delle cipolle, infatti, è antichissima: risale agli Egizi nel IV millennio a.C. Ma furono i romani a conoscere ed utilizzare le straordinarie proprietà terapeutiche di questa pianta erbacea.

La cipolla è un ortaggio che, per crescere bene, predilige  un clima abbastanza mite nonostante sia in grado di resistere anche alle basse temperature. In particolare, ogni giorno, ha bisogno di alcune ore di luce naturale: fate quindi in modo che le piantine siano esposte al sole.
Per crescere al meglio, la cipolla predilige un terreno sabbioso con un buon drenaggio e richiede concimazioni di buona qualità, soprattutto in prossimità delle radici.

La raccolta viene effettuata manualmente e la resa cambia significativamente a seconda del metodo di coltivazione impiegato: biologico o convenzionale. I periodi più indicati per coltivare le cipolle rosse coincidono con la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno o la fine dell’inverno, in base alle diverse zone di coltivazione. Le nostre piantine di cipolla rossa dovranno essere messe a dimora nel terreno no a una profondità di circa 5 cm.

Per la messa a dimora dei bulbi, è importante rispettare la distanza di 10-20 centimetri tra l’uno e l’altro, e di circa 30-45 cm fra una fila e l’altra. Si tratta di una modalità di coltivazione che consente di ottenere cipolle fresche in tempi più rapidi rispetto alle altre modalità di coltivazione.

Per quanto riguarda l’irrigazione le cipolle rosse non hanno bisogno di molta acqua per crescere: è necessario intervenire maggiormente con le annaffiature solo nei periodi di siccità quando il terreno risulta particolarmente asciutto. Da evitare i ristagni idrici che potrebbero far marcire la pianta. Il raccolto delle cipolle rosse avviene in genere circa 3-4 mesi dopo il trapianto, a seconda delle differenti condizioni climatiche.

Potrai comunque procedere con la raccolta delle cipolle rosse nel momento in cui lo stelo che fuoriesce dal terreno non risulta secco e ingiallito. Per conservare bene le cipolle, riponile in cassette di legno e in un luogo fresco e asciutto.
 

Cipolla rossa: la coltivazione in vaso

Per chi ha l’orto sul balcone la cipolla non è particolarmente indicata. Occorre un vaso grande ma si ottiene un raccolto molto scarso, che non giustifica certo il lavoro di costante annaffiatura. Ma se proprio non potete farne a meno non rinunciarci, gustose e saporite cipolle rosse ti attendono.
 

Cipolla rossa: malattie e rimedi

La peronospora è la più temibile malattia che può colpire la piantina di cipolla rossa. Si tratta di una patologia funginea che si riconosce osservando le foglie diventare grigiastre, poi ingiallire e seccarsi. In questo caso occorre si può trattare con rame per evitare che le spore attacchino il bulbo. L’effetto della peronospora della cipolla è di non far durare il bulbo che marcisce.

Ricorda che le radici della pianta di cipolla sono molto sensibili al ristagno idrico, un’avversità tipica di questa coltivazione è il marciume radicale, attenzione quindi nel dosare le irrigazioni.
 

Cipolla rossa: benefici per la salute e usi in cucina

La cipolla rossa contiene molta acqua e presenta una discreta quantità di fruttosio, zucchero che, oltre a conferirle una certa dolcezza, le dona una blanda funzione energetica. Le proteine e i lipidi sono irrilevanti; il colesterolo è assente. Sembra esercitare un impatto favorevole su certi disagi metabolici come ipertensione e ipercolesterolemia). Ha ottime doti antiossidanti ed è benefica per il metabolismo.

In cucina possono essere impiegato in centinaia di modi. Dalle insalate, alla pizza passando ad antipasti o una classica zuppa di cipolle. Ma anche come mostarda, piuttosto che contorno, la cipolla rossa si presta benissimo anche in alcuni piatti a base di carne o di pesce.


Caratteristiche tecniche Cipolla rossa

trapianto: da febbraio a maggio
sesti d'impianto: 15 cm sulla fila e 25 cm tra le file
posizione: in pieno sole
altezza della pianta: 20-30cm
raccolta: le cipolle estive vengono raccolte quando le foglie si ingialliscono. Le varietà invernali possono essere lasciate nel terreno per un periodo più lungo
curiosità: la cipolla contiene molti sali e vitamine in particolare la vitmina A, indispensabile nel nostro organismo perchè interviene nella formazione di pigmanti visivi e nel mentenimento della normale struttura della pelle

 

Scegli la quantità

paga con carta paga con carta paga con carta paga con paypal paga con carta paga con contrassegno paga con bonifico bancario paga con my bank