Prezzemolo

Prezzemolo

formato piantina6 piantina/e, in Vaschetta

disponibilitaTrapiantabile dal 01/03 al 31/10

Dispo: ottima | Consegna: 2-4 giorni lavorativi tramite corriere
Acquista quanto vuoi, la spedizione costa sempre 8 Euro!

Prezzo 3.26 iva inclusa

Quantità Vaschetta

Il prezzemolo è un’erba aromatica tra le più utilizzate nella cucina mediterranea. Ogni cuoco o massaia che si rispetti ha il suo piccolo vaso di prezzemolo bello fresco pronto all’uso sul balcone. Una pianta così non può proprio mancare nel tuo orto, sia che tu decida di coltivarlo a terra o in vaso.
Fa parte della famiglia delle ombrellifere, anche il prezzemolo è una pianta biennale come finocchio e sedano, è semplice da seminare e coltivare e produce velocemente e parecchio, per questo certamente è interessante per l’orto domestico, si raccoglie praticamente tutto l’anno, da marzo a dicembre.
Scopri assieme a noi come coltivarlo e quali sono le sue tante proprietà benefiche e alcune ricette per valorizzarlo al meglio.


Prezzemolo, come si coltiva nell’orto

Come abbiamo già detto il prezzemolo è una tipica specie a ciclo biennale. É originario delle regioni dell'Asia minore e Africa settentrionale. La pianta è formata da fusticini erbacei eretti composti da foglie grandi lungamente picciolate con ampie dentellature, di colore verde scuro, dal profumo aromatico intenso.
La raccolta delle foglie si effettua a scalare in ogni mese dell'anno, non appena la pianta raggiunge l'altezza di 15-20 cm si inizia recidendo le foglie con i fusti all'altezza di 2-3 cm da terra, facilitando in tal modo la formazione di nuovi fusticini per una seconda raccolta. È fondamentale che le foglie siano consumate fresche, subito dopo la raccolta, in modo da non far perdere l'aroma e la fragranza del prezzemolo. In un anno si possono effettuare fino a 10 tagli.

Il trapianto può essere effettuato in ogni periodo dell'anno e si consiglia la consociazione con pomodoro e asparago. La distanza consigliata tra le file è di 25-30 cm e sulla fila stessa di 5 cm. Il prezzemolo si adatta bene su tutti i terreni ma si ottengono produzioni migliori su terreni a medio impasto, freschi e ricchi di sostanza organica.
È una pianta rustica, predilige climi temperati con periodi invernali miti e di breve durata. Ha una buona resistenza al freddo. Necessita di intense irrigazioni nel periodo estivo e grande attenzione ai ristagni che potrebbero rovinarlo. L’esposizione preferita è quella soleggiata ma non diretta.


Prezzemolo, come si coltiva in vaso

Il prezzemolo si presta bene alla coltivazione in vaso, con una procedura molto semplice e alla portata di tutti. Basta trapiantare le piantine in file parallele tra loro. Ricorda però che le sue radici vanno in profondità per cui è bene acquistare un vaso capiente e profondo. Non presenta condizioni particolari per la crescita, sopporta i climi temperati e cresce bene anche sul davanzale di una finestra.
Disponi il vaso in una zona preferibilmente soleggiata (ma in penombra quando è piena estate) per favorire e velocizzare il processo di crescita. Dalla piantina potrai iniziare subito a prendere il prezzemolo che ti occorre. Ricordati di irrigarla adeguatamente.
Di norma il raccolto del prezzemolo coltivato a ottobre avverrà a marzo e, poiché la pianta è biennale, a giugno andrà potata per permettere alle nuove foglie di ricrescere. Annaffia le piantine con frequenza, ogni giorno, in piccole dosi: il terreno dovrà essere sempre umido. Le piantine, una volta recise, ricrescono e ripropongono nuove foglioline fresche pronte a condire i piatti.


Prezzemolo, malattie e rimedi

Il prezzemolo teme le lumache, i topi, il maggiolino, gli afidi, la mosca e le larve elateridi (coleotteri) che attaccano le radici. Tra le malattie crittogamiche il prezzemolo soffre l’attacco di muffe, la ruggine e la peronospora. Come rimedio è possibile utilizzare prodotti a base di rame e antiparassitari granulari, effettuare scerbature, zappature, trattamenti a base di rame.


Prezzemolo, proprietà e ricette

Il prezzemolo è largamente impiegato in cucina per aromatizzare le pietanze e in fitoterapia per le sue proprietà digestive, carminative e diuretiche. Cento grammi di prezzemolo apportano appena 36 calorie.
Anche se il suo effetto immediato e più apprezzabile è quello olfattivo, anche le proprietà del prezzemolo sono numerose. Stimola l’appetito e la digestione, elimina piccoli calcoli renali ed è antianemico; influisce sul ciclo mestruale e sull’utero, mentre sembra avere virtù afrodisiache e febbrifughe; è indicato in molti disturbi dell’apparato genito-urinario e circolatorio; essendo considerato diuretico e depurativo, è indicato nella gotta, nel reumatismo, negli edemi, e nelle ritenzioni urinarie. L’alto contenuto di vitamina C e flavonoidi svolge inoltre un’azione protettiva e antiossidante, contrastando l’azione dei radicali liberi.

Quando viene aggiunto ai cibi, il prezzemolo emana un odore gradevole, vero e proprio piacere per le narici e dona agli alimenti un gusto particolare e caratteristico esaltandone il sapore naturale. L’azione più importante è quella di insaporire i cibi, permettendo di ridurre la quantità di sale e come una delle alternative al dado. Oggi è per lo più usato come un aromatizzante senza il quale sarebbe impensabile la cucina di molti paesi europei: usato per insaporire insalate, zuppe, creme, minestre, ripieni, arrosti, grigliate e conserve. Inoltre, non c’è praticamente ricetta a base di pesce in cui non rientri il prezzemolo.
È poi usato per insaporire molte salse, le più conosciute sono: la piemontese ”bagnetverd”, la comune salsa verde e la salsa di prezzemolo. È ingrediente essenziale per preparare lo “zimimo” tipico di Liguria e Toscana, lo si ritrova nello “zogghiu”, salsa tipica siciliana per insaporire carni o pesci alla griglia.


Caratteristiche tecniche Prezzemolo

trapianto: da febbraio a marzo in serra, da aprile ad agosto in pieno campo
sesti d'impianto: 5 cm sulla fila, 15 cm tra le file
posizione: in pieno sole ma da buoni risultati anche in ambienti parzialmente ombreggiati
altezza della pianta: 20 cm
raccolta: da aprile a novembre e generalmente dopo 20 giorni dal trapianto
curiosità: varietà molto profumata con ottima resistenza al freddo. Per foglie più abbondanti si consiglia di concimare ed irrigare regolarmente

Scegli la quantità

paga con carta paga con carta paga con carta paga con paypal paga con carta paga con contrassegno paga con bonifico bancario paga con my bank