Peperone rosso

Peperone rosso

formato piantina4 piantina/e, in Vaschetta

disponibilitaTrapiantabile dal 15/03 al 15/06

Dispo: prenotabile
Acquista quanto vuoi, la spedizione costa sempre 8 Euro!

Prezzo 3.63 iva inclusa

Quantità Vaschetta

Il peperone è un ortaggio della famiglia della solanaceae, parente di patate, melanzane e pomodori. I suoi frutti possono essere di diverse forme e diversi colori, in genere dal giallo al rosso, mentre il verde è una manifestazione acerba.
I peperoni si distinguono anche in base alle dimensioni: a frutto grosso o a frutto piccolo (peperoncini). Qui ci concentreremo sulla qualità dei peperoni rossi.

Il peperone rosso è un ortaggio interessante per i vari utilizzi che può avere in cucina, si tratta di una pianta abbastanza esigente in fatto di sostanze nutritive ma anche che regala grandi soddisfazioni al momento del raccolto.
La pianta del peperone è originaria del continente americano e sotto lo stesso nome sono compresi anche i peperoncini piccanti, ornamentali e dolci. Questi ultimi erano noti in Messico e Perù.
Giunse in Europa grazie a Cristoforo Colombo, che portò nel Vecchio Continente il Capsicum chinense, delle varietà Scotch Bonnet e Habanero, le più diffuse in quelle isole.  

Scopri con noi come avere bellissime piante di peperoni rossi, come prendertene cura, quali sono le loro proprietà e per finire qualche ricetta da utilizzare in cucina.


Peperone rosso: come si coltiva in orto

Il trapianto dal vaso all'orto deve avvenire quando il germoglio emette le prime due foglioline, i cosiddetti cotiledoni, e raggiunge i quindici centimetri di altezza. Il trapianto a dimora va fatto a metà maggio, perché il fiore ha bisogno di temperature sopra ai 14 gradi anche durante la notte, altrimenti si provoca una cascola dei fiori compromettendo il raccolto.

La pianta del peperone richiede un terreno ideale con valore di ph compreso tra 5,5 e 7, ricco di sostanza organica e possibilmente sabbioso. La preparazione del terreno per i peperoni richiede una vangatura profonda (anche 40-50 cm se possibile) per favorire il drenaggio dell’acqua. È fondamentale che il suolo aiuti a non creare ristagni d’acqua per prevenire malattie della pianta.

Ricorda che i peperoni amano i terreni ricchi di sostanza organica. Il clima adatto ai peperoni è quello con temperature miti ed estati calde.
Ti raccomandiamo soprattutto di dare una buona esposizione, anche se un sole eccessivo d’estate può scottare il frutto.

Il peperone è una pianta che richiede di essere sostenuta con tutori ai vari rami, in modo da non piegarsi e supportare il peso del frutto. Si può usare anche una rete a maglia quadra 10 x 10 da stendere a 50 cm di altezza in orizzontale. Più è grande la dimensione del frutto e più è importante la realizzazione dei sostegni.

Per quanto riguarda la potatura del peperone rosso per ottenere un raccolto di buona pezzatura occorre potare la pianta in modo di eliminare alcuni frutti, concentrando le energie su quelli restanti. La pianta del peperone inizia con un fiore, poi aumenta in modo esponenziale, infatti va avanti biforcandosi e ogni biforcazione a sua volta si divide in due. All’aumentare della produzione di frutti si riduce via via la misura. La potatura prevede di eliminare sempre una delle due biforcazioni: in questo modo si ottiene una produzione analoga se misuriamo il peso, ma distribuita su frutti di dimensioni omogenee.

L’irrigazione va fatta in maniera costante, aumentandola di pari passo al comparire dei frutti. Normalmente i peperoni iniziano a maturare dopo circa 60 giorni dall’allegagione, ma completano la colorazione dopo 80-100 giorni. Puoi raccoglierli prima o dopo, a seconda dei tuoi gusti.


Peperone rosso: la coltivazione in vaso

I peperoni sono anche molto adatti alla coltivazione in balcone, crescendo in vaso, con la possibilità di avere frutti fino all’autunno e tanti peperoncini piccanti da essiccare per tutto l’inverno.
Per la coltura in vaso conviene impiegare un contenitore di dimensione abbastanza ampia (profondità e diametro almeno 30 cm), predisponendo uno strato di argilla espansa a fondo vaso. L’accortezza da avere è di irrigare frequentemente e di tornare a concimare un poco durante il ciclo colturale. Possiamo farlo con una manciata di stallatico pellettato, ma anche con il macerato di ortica. Per quanto riguarda esposizione e raccolta valgono le regole della coltivazione in orto.


Peperone rosso: le proprietà e i benefici

Il peperone rosso è il campione delle vitamine. Batte tutti, sia i suoi colleghi del gruppo dei rossi (che per l’alta concentrazione di vitamina C sono famosi), sia gli omologhi verdi e gialli, che in quanto a vitamine non scherzano per niente. Per rendersene conto, è sufficiente ricordare che il fabbisogno medio europeo di vitamina C è di 90 mg al giorno per gli uomini e 80 mg per le donne e 100 g di peperone rosso ne contengono 166 mg.
Anche quanto a vitamina A sbaraglia i rivali. In più, con la sua polpa croccante, spessa e zuccherina, è il più saziante, ideale in pinzimonio e cotto alla brace.


Peperone rosso: ricette e usi in cucina

Alla piastra, magari condito con olio, aglio e limone, piuttosto che per fare un ottimo sugo per un piatto di pasta o perché no, una composta o ancora dei peperoni rossi ripieni. Il peperone rosso è un ortaggio dai molteplici utilizzi.

Tra le migliori ricette con i peperoni spiccano gli abbinamenti con mozzarella e melanzane, vitello, ma i peperoni sono ottimi sulla pizza, con le acciughe e la feta. Trasformati in morbida crema, danno un sapore unico alla pasta integrale.


Caratteristiche tecniche Peperone rosso

trapianto: a marzo in serra, da aprile a giugno in pieno campo
sesti d'impianto: 50 cm sulla fila 70 cm tra le file
posizione: in pieno sole
altezza della pianta: 70 cm, ma in condizioni ideali può superare il metro di altezza 
raccolta: da luglio a settembre
curiosità: pianta vigorosa e di elevata produttività, produce frutti con polpa spessa e dolce. Può essere consumato anche da verde. La raccolta dei frutti effettuata prima del viraggio al rosso consente di ottenere produzioni più abbondanti. Per avere risultati ottimali si consiglia di irrigare e concimare regolarmente.

Scegli la quantità

paga con carta paga con carta paga con carta paga con paypal paga con carta paga con contrassegno paga con bonifico bancario paga con my bank