Fragola rifiorente

Fragola rifiorente

formato piantina4 piantina/e, in Vaschetta

disponibilitaTrapiantabile dal 15/02 al 31/05

Dispo: prenotabile
Acquista quanto vuoi, la spedizione costa sempre 8 Euro!

Prezzo 3.63 iva inclusa

Quantità Vaschetta

La fragola rifiorente è una varietà di fragola con produttività molto elevata. Le fragole alla raccolta si presentano di colore rosso vivo molto brillante, di forma conica, uniformi e attraenti, di calibro grosso, con calice di medie dimensioni con la buccia dotata di elevata resistenza. La polpa è consistente e di colore rosso omogeneo. La fragola rifiorente di norma ha un sapore delizioso dato l'alto grado zuccherino e buon contenuto aromatico. L'ottima consistenza e la stabilità del colore consentono di effettuare delle raccolte settimanali. In cucina di solito la fragola è consumata fresca o per preparare macedonie, sorbetti, gelati e granite.
Scopri assieme a noi come si coltiva la fragola rifiorente nel tuo orto o in vaso e quali sono le sue proprietà.
 

Fragola rifiorente, coltivazione in orto

A partire dalla fine di marzo, è possibile acquistare le piantine di fragole rifiorenti che vi daranno i primi frutti fin dal mese di maggio. Le fragole rifiorenti fruttificano più volte durante l’estate e con le condizioni climatiche giuste, le fioriture si possono protrarre fino all’autunno inoltrato. La piantina acquistata dovrà essere messa a dimora definitiva nel minor tempo possibile. Le piantine di fragole devono essere collocate in una posizione dove possono godere di alcune ore di sole al giorno, senza però che l’esposizione diretta ai raggi solari sia eccessiva durante la giornata. Colloca le piante in un luogo che riceve il sole del mattino. Se le piante di fragole sono esposte eccessivamente al sole, le foglie inizieranno a soffrire e i frutti saranno meno succosi.
 

Fragola rifiorente, coltivazione in vaso

La fragola rifiorente è perfetta per la coltivazione in vaso. La pianta di fragole necessita delle stesse attenzioni della coltivazione in orto. Inoltre, ricorda che il rinvaso non va eseguito spesso: dopo la prima messa a dimora, le fragole si rinvasano dopo un paio d’anni. L’apparato radicale delle piantine di fragole non si sviluppa molto. Usa un terreno specifico con reazione leggermente acida, il pH del terreno dovrebbe aggirarsi tra il 5,5 e il 6,5. Per questo motivo evita di irrigare con acqua troppo calcarea. Usa quindi gli stessi accorgimenti della coltivazione in orto e nel giro di pochi mesi avrai delle ottime fragole.
 

Fragole rifiorenti, quali cure mettere in atto e le principali malattie

Tutte le piante necessitano attenzioni e così anche le fragole rifiorenti. Abbi cura che il terreno sia sempre umido, soprattutto in estate. Bagna il terreno nelle prime ore del mattino con un annaffiatoio con beccuccio prolungato così da non bagnare foglie, fiori e frutti. Se la piantina si trova in vaso ricorda di tenere pulito quest’ultimo: elimina foglie secche, erbe infestanti e controlla il livello del suolo, spesso il terreno “se ne scende” e deve essere rabboccato. Rabboccalo aggiungendo del terriccio fertile e nuovo almeno un paio di volte all’anno.

Funghi e muffe possono colpire le tue piante di fragole, soprattutto durante le estati molto umide e piovose. Tra le malattie più comuni figura l’oidio o mal bianco che infesta le piantine ricoprendo le con un velo biancastro. In queste circostanze devi stoppare le irrigazioni, elimina le parti compromesse della pianta e mettila al sole per un paio d’ore in più durante la giornata.

Un’altra malattia che può colpire le piante di fragole è data dalle infestazioni di afidi. Se l’infestazione è leggera, spruzza la superficie della pianta con una soluzione di acqua e sapone di Marsiglia. Per infestazioni molto acute, usa un prodotto specifico.

Lumache, lucertole e uccellini possono apprezzare molto il vostro raccolto. Per proteggere le fragole da uccellini, lucertole, lumache e insetti vari, puoi ricoprire la parte aerea della pianta con una reticella a maglie strettissime. La reticella, se le fragole rifiorenti sono in vaso, potrà essere fissate con un elastico.
 

Fragole rifiorenti, come si moltiplicano

Le fragole rifiorenti si possono moltiplicare con estrema facilità. Per la propagazione delle fragole rifiorenti potete sfruttare la crescita degli stoloni laterali per eseguire una moltiplicazione per propaggine. Basta inserire una parte di un ramo basso (che si sviluppa orizzontalmente) nel terreno, lasciare libera l’estremità in modo da promuovere lo sviluppo di una nuova pianta. La moltiplicazione per propaggine delle piante di fragole rifiorenti può essere fatta verso la fine della primavera. A fine estate, quando la parte interrata avrà prodotto le radici, sarà possibile metterla a dimora staccandola dalla pianta madre.
 

Fragole rifiorenti: le proprietà benefiche

Le fragole sono buone fonti di acido ellagico, che è un efficace anticancro. Sono anche rinfrescanti, diuretiche, depurative e disintossicanti. Contengono infine lo xilitolo, una sostanza dolce che previene la formazione della placca dentale e uccide i germi responsabili di un alito cattivo.


Caratteristiche tecniche Fragola rifiorente

trapianto: da marzo a maggio
sesti d'impianto: 20 cm sulla fila, 30 cm tra una fila e l'altra
posizione: in luoghi soleggiati ma produce anche in zone parzialmente ombreggiate
altezza della pianta: 20 cm
raccolta: da maggio a settembre
curiosità: varietà molto rustica e produttiva. La raccolta si mantiene fino ad ottobre. Produce frutti di buone dimensioni molto profumati e particolarmente zuccherini.

Scegli la quantità

paga con carta paga con carta paga con carta paga con paypal paga con carta paga con contrassegno paga con bonifico bancario paga con my bank