Radicchio rosa mantovano

Radicchio rosa mantovano

formato piantina9 piantina/e, in Vaschetta

disponibilitaTrapiantabile dal 15/08 al 15/10

Dispo: ultimi pezzi
Acquista quanto vuoi, la spedizione costa sempre 8 Euro!

Prezzo 3.73 iva inclusa

Quantità Vaschetta

Mantova, ed in particolare il comune di Castel d’Ario, giocano un ruolo molto importante nella produzione di radicchio rosa. Il radicchio rosa mantovano è una varietà tipica dei mesi invernali ed ha le foglie di diverse sfumature di rosa. Questa tipologia di radicchio, dal sapore e dal gusto unico nel suo genere, andrebbe consumata prevalentemente cruda, soprattutto come accompagnamento di piatti a base di carne e di pesce. Scopri assieme a noi come si coltiva e come fare a prendertene cura.

 

Radicchio rosa mantovano, la coltivazione in orto e in vaso

Le piantine si possono trapiantare da luglio sino a ottobre in piane, campo o in balcone. Utilizza terriccio morbido meglio se concimato biologicamente distanziando le piantine le une dalle altre di almeno 25-30 centimetri. Facendo così il radicchio rosa avrà tutto il nutrimento e lo spazio necessario per crescere bene. La giusta distanza infatti evita anche la formazione di malattie fungine, fra cui l’oidio, alle quali questi ortaggi sono sensibili. A questo proposito è buona norma anche asportare le infestanti che crescono fra una piantina e l’altra. Le annaffiature devono essere regolari per tutta la durata della crescita, abbondanti lasciando seccare la terra fra un’irrigazione e l’altra. La raccolta, invece, è tardiva, si parte tra gennaio e febbraio, in base a quando si è eseguito il trapianto. Quando le piantine raggiungono una maturazione quasi completa, i radicchi rosa vengono estratti a mano e uniti in mazzi, poi legati e avviati alla forzatura in campo per completare il processo di maturazione.

 

Radicchio rosa mantovano, malattie e rimedi

Le malattie che potrebbero danneggiare la tua coltivazione di radicchio rosa sono l’oidio, che abbiamo già citato o mal bianco. Entrambi vanno trattati con lo zolfo. Altri rischi sono il marciume fogliare, la sclerotinia che porta marciume del colletto, l’erwinia carotovora che determina marciumi radicali. Tra il radicchio rosa teme agrotidi e nottue, le cui larve possono cibarsi delle foglie di insalata. Questi parassiti si combattono con il Bacillus thuringiensis. Attenzione anche alle lumache per cui si possono predisporre apposite trappole.


Radicchio rosa mantovano, le proprietà nutrizionali

Il radicchio rosa rientra nella grande famiglia delle cicorie, verdura sul piano organolettico notevolmente più ricca delle normali insalate. Le sostanze dal sapore amaro che questo vegetale contiene infatti (tra cui la cicorina e il nitrato di potassio) hanno proprietà depurative e diuretiche. Inoltre, è ricco di sali minerali, in particolare ferro e calcio, vitamine B, C, K e P, e l’antiossidante acido folico. I radicchi di colore rosso e rosa (coltivati quasi esclusivamente nel Triveneto e in Friuli) contengono anche i polifenoli antociani, ottimi per il sistema cardiovascolare.

 

Radicchio rosa mantovano, suggerimenti e ricette

Il radicchio rosa come si può facilmente intuire dal nome è caratterizzato da sfumature rosa che colorano le foglie rendendolo unico all'interno della famiglia. Al palato si presenta delicato ma croccante, con un sapore leggermente amarognolo bilanciato da una nota dolciastra; ideale per insalate sfiziose o abbinato a tutti i piatti di carne e pesce come insalata e condito a piacere. Indubbiamente, può trovare nell'alta cucina terreno fertile, in quanto, grazie al colore unico ed alla forma che assomiglia al bocciolo di un fiore, è un interessante elemento di guarnizione ed abbellimento dei piatti. Il radicchio, con il suo alto contenuto di minerali, proteine ma soprattutto di acqua, può considerarsi a tutti gli effetti un cibo antifame. 
Si calcolano, infatti, per 100g, una media di 20/25 kcal. Il basso contenuto calorico e l’alto contenuto di fibre, vitamine e di sali minerali essenziali, lo rende una verdura imprescindibile per chi vuole seguire una dieta sana ed equilibrata.


Caratteristiche tecniche Radicchio rosa mantovano

TRAPIANTO: da fine agosto ai primi di ottobre
SESTI D'IMPIANTO:30 cm sulla fila e 35 cm tra le file
ALTEZZA DELLA PIANTA: 20 cm
RACCOLTA: circa 90 giorni dal trapianto
POSIZIONE: in pieno sole
CURIOSITA': il cespo raggiunge il peso medio di 200-250 grammi ed un colore rosa con punteggiature color crema. Sapore molto delicato e amabile.

Scegli la quantità

paga con carta paga con carta paga con carta paga con paypal paga con carta paga con contrassegno paga con bonifico bancario paga con my bank