Come coltivare il basilico: alcuni consigli utili

del 29/07/2020

Coltivare il basilico non è difficile. Basta innanzitutto partire da una premessa: si tratta di una pianta che ha bisogno di piena terra e di pieno sole.

Il basilico è una vera delizia per la nostra cucina per le innumerevoli declinazioni con le quali possiamo usarlo. Solitamente quando uno ha una bella piantina di basilico in casa, non vede l’ora di raccogliere un buon numero di foglie per farsi il pesto oppure per creare una fresca insalata di pomodori.

Il fatto è che il basilico rilascia un profumo che non ha eguali, per questo viene aggiunto per centinaia di piatti del menù: da una parmigiana ad un delicato sugo al pomodoro, a contorni e secondi.

Gli odierni maestri gelatai si divertono persino a creare i gelati al basilico, i baristi più in gamba invece, non perdono occasione di proporre frizzanti e scenici cocktail estivi o invernali utilizzando le foglie verdi di questa pianta dalle mille virtù.

Oltre ad essere una di quelle erbe aromatiche che non dovrebbero mai mancare nella dispensa, come la salvia e il rosmarino, il basilico è a tutti gli effetti una pianta officinale con proprietà benefiche contro artrite e bronchite.

Le sue foglie aiutano a vincere il raffreddore e la nausea. Ecco perché del basilico non se fa solo uno stretto utilizzo in cucina. È infatti una pianta ricca di vitamina K e manganese, dalle importanti caratteristiche antinfiammatorie e antiossidanti.
 

Coltivare basilico tutto l’anno

Il basilico è una pianta annuale. Cresce tutto l'anno anche se predilige i mesi estivi. É facile farlo crescere in casa o sul balcone, in una posizione soleggiata e riparata.

La terra va mantenuta umida sebbene non vada bagnato eccessivamente (troppa acqua diluisce il sapore delle foglie) e le infiorescenze vanno tagliate per incoraggiare la crescita delle foglie.

Durante i mesi più caldi la pianta si presenta visivamente più rigogliosa poi tende ad appassire piano piano, da ottobre/novembre fino al mese di febbraio. In ogni caso, è molto importante scegliere la giusta sede, perché questo vegetale ha bisogno di almeno 6-8 ore al giorno di sole.

Se si è orientati a una coltivazione indoor del basilico, per poter fornire alla pianta la giusta quantità di luce occorre supportare questo tipo di coltivazione con una lampada al LED, garantendo alla pianta una luce diretta artificiale e fredda, per un periodo di 10-12 ore al giorno. Sostituendo la luce solare con il LED, il risultato sarà soddisfacente!

Nello scegliere il momento del trapianto invece bisognerà considerare che la pianta di basilico teme il freddo, per questo meglio effettuare il trapianto a fine primavera, nel mese di maggio.

Le piante di basilico si potranno trapiantare in campo quando le temperature, anche notturne, sono stabilmente sopra ai 15/20 gradi e a 20-30 cm di distanza tra loro circa.
 

Coltivare basilico in casa

Per decorare ed impreziosire la cucina con un po’ di basilico appena colto non è necessario vivere in campagna. Basterà posizionarlo nel luogo più adatto della casa e curarlo regolarmente con pochi e semplici gesti quotidiani.

Ad esempio, il momento giusto per dissetare le piante è la mattina presto, ma nel caso di calore eccessivo, anche due volte al giorno, senza esagerare nell’annaffiatura.

Anche l’ora del tramonto va bene, l’importante è non innaffiare nelle ore centrali della giornata e che il terreno resti leggermente umido al tatto.

Il basilico è una pianta che può crescere dentro un’abitazione in modo rigoglioso, regalando foglie fresche fino in autunno anche quando l’estate sarà un lontano ricordo. Che il luogo prescelto sia l’esterno o l’interno importa davvero poco!
 

Come coltivare basilico in vaso

Coltivare il basilico in vaso non è affatto impegnativo, basta tenere a mente le preferenze climatiche e ambientali di una pianta che emana un profumo inconfondibile.

Sotto i 10 gradi è facile che la pianta muoia, mentre con un terreno umido, ricco di sostanze organiche, e ben esposto al sole, potrà crescere sana e profumata.

Nel caso in cui si decidesse di trapiantare il basilico all’esterno saranno necessari dei vasi in terracotta o plastica di medie dimensioni. Mai troppo piccoli, perché questa pianta può raggiungere e superare 60 centimetri di altezza.

Se il vaso è collocato, invece, all’interno di una casa, è consigliabile posizionarlo su un davanzale esposto alla luce del sole e lontano dalle correnti.
Il terreno da scegliere è ad impasti misti, ovvero quei terreni che sono ricchi di sostanze nutritive, in modo da garantire un buon drenaggio senza che l’acqua ristagni.

Il basilico richiede comunque molta acqua, in generale occorre prevedere annaffiature frequenti ed abbondanti.
 

Coltivare basilico sul balcone

Coltivare il basilico sul balcone risulta molto semplice a patto che si rispettino alcune regole fondamentali. Il basilico ama il sole e il caldo, per cui le temperature non devono mai scendere sotto i 15°C, è questa una delle condizioni essenziali per la buona riuscita della coltivazione.

Pertanto, se la scelta ricade sul vaso in balcone, questo andrà posizionato in una parte sicuramente soleggiata ma non molto ventosa. Se si gestiscono a dovere le irrigazioni del basilico, la pianta crescerà sana e forte.

Annaffiamola spesso ma con quantità d’acqua limitate, evitando che il terreno si asciughi. Se fa molto caldo e il suolo tende a seccarsi velocemente, aumentare la frequenza delle irrigazioni; quando invece inizia il periodo freddo, limitare le annaffiature e tararle sulla base dell’andamento stagionale.

In ogni caso, il suolo dovrà essere mantenuto omogeneamente bagnato, non impregnato d’acqua. Prima di raccogliere il basilico bisogna tenere in considerazione alcune importanti indicazioni.

Dopo il rinvaso, aspettare con pazienza che la pianta riprenda a vegetare, prima di usare le sue foglie. Al contrario, togliere prontamente tutti i fiori per incentivare la crescita delle parti verdi.

Quando il basilico è pronto, via libera con la raccolta: sarà sufficiente tagliare delicatamente il picciolo delle foglie con le mani o usando delle forbici. Un consiglio: meglio non asportare mai più di un terzo della vegetazione di ogni pianta perché potrebbe debilitarsi.

ritorna alla lista delle news

disponibilita Basilico Basilico scala piccantezza peperoncini0/5

formato contenitore Basilico

vaschetta di Basilicovaschetta - 6 piantina/e

vaschetta di Basilico piantina/e

Periodo di trapianto BasilicoTrapianto dal 01/03 al 30/06

prezzo di vendita Basilico€ 3.56

Vedi il prezzo scontato su Basilico

Aggiungi Basilico al carrello

disponibilita Basilico (vaso 10) Basilico (vaso 10) scala piccantezza peperoncini0/5

formato contenitore Basilico (vaso 10)

vaso Ø 10 cm di Basilico (vaso 10)vaso Ø 10 cm - 1 piantina/e

vaso Ø 10 cm di Basilico (vaso 10) piantina/e

Periodo di trapianto Basilico (vaso 10)Trapianto dal 01/04 al 31/07

prezzo di vendita Basilico (vaso 10)€ 2.25

Vedi il prezzo scontato su Basilico (vaso 10)

Aggiungi Basilico (vaso 10) al carrello

disponibilita Basilico (vaso 14) Basilico (vaso 14) scala piccantezza peperoncini0/5

formato contenitore Basilico (vaso 14)

vaso Ø 14 cm di Basilico (vaso 14)vaso Ø 14 cm - 1 piantina/e

vaso Ø 14 cm di Basilico (vaso 14) piantina/e

Periodo di trapianto Basilico (vaso 14)Trapianto dal 01/04 al 30/06

prezzo di vendita Basilico (vaso 14)€ 3.60

Vedi il prezzo scontato su Basilico (vaso 14)

Aggiungi Basilico (vaso 14) al carrello
paga con carta paga con carta paga con carta paga con paypal paga con carta paga con contrassegno paga con bonifico bancario paga con my bank